Come scegliere i giochi prima infanzia per l’apprendimento. Cosa bisogna considerare? Consigli e approfondimento prodotti, costi e marche

I giochi per la prima infanzia non rappresentano solo un modo per intrattenere e fare passare il tempo ai vostri bambini.

Attraverso il gioco, i piccoli sviluppano capacità motorie, intellettive e la coordinazione occhio mano.

Proprio per la loro importanza, è bene che sappiate come scegliere i giochi prima infanzia per l’apprendimento, in modo da aiutare i vostri bambini ad acquisire capacità in base alla loro età.

In questa guida, capirete cosa dovete considerare nella scelta dei giochi per l’apprendimento.

L’importanza del gioco per i bambini

Fin dai primi mesi di vita, i bambini utilizzano il gioco per scoprire il mondo che li circonda.

Allo stesso tempo, i giochi li aiutano a sviluppare il corpo e la mente, e avere voi genitori accanto rappresenta per entrambi un modo per creare tra di voi un legame solido e duraturo.

Prima ancora di imparare a stare seduti, gattonare o camminare, l’attività principale di piccoli è: giocare.

Anche se, inizialmente, dedicheranno al gioco solo pochi minuti, andando avanti con l’età rivolgeranno ad esso sempre maggiore attenzione.

Scegliere giochi prima infanzia per l’apprendimento e preparare un ambiente adatto per stimolare i bambini, servirà non solo a tenerli impegnati ma anche ad aiutarli a crescere in maniera sana.

I giochi prima infanzia per l’apprendimento devono essere scelti in base alla fascia di età e devono rispettare gli standard di sicurezza della normativa europea.

Andiamo a vedere quali sono i giochi per l’apprendimento migliori in base all’età dei vostri bambini.

Giochi per neonati

Quando i bambini sono molto piccoli, spesso si tende a non dare molta importanza alla scelta del giochino da proporre loro, perché si pensa che servano solo a intrattenerli per qualche minuto.

Pur se inizialmente il bisogno maggiore dei piccoli è quello di essere nutriti, coccolati e accuditi, anche i primi giochini hanno una certa importanza.

Quando vi trovate a scegliere un gioco per neonati, la prima domanda che dovete porvi è se sia adatto alla loro età.

I giochi per neonati sembrano tutti uguali, ma non lo sono, e ha una fondamentale importanza sceglierli affinché si adattino alle reali capacità dei piccoli.

Ad esempio, nei primi mesi di vita di un bambino, la vista e i suoi muscoli non sono pienamente sviluppati, mentre lo sarà già il suo udito.

Tra i giochi perfetti per questo periodo, quindi, trovate i giochini musicali o le giostrine per le culle, che riusciranno a intrattenerli senza avere altri tipi di pretese.

Comunque sia, attenetevi sempre alle indicazioni sulle fasce di età presenti sulle confezioni o nelle etichette dei peluche.

Le indicazioni riguardo alle fasce di età tengono conto sia delle capacità del neonato che della sicurezza.

Se i giochi non sono adeguati alle abilità del neonato, ne vengono compromessi sia il loro corretto utilizzo che la loro efficacia.

I giochi per l’apprendimento per neonati hanno per lo più lo scopo di intrattenerli e di stimolarli, senza essere troppo complessi.

Sono spesso molto apprezzati, anche se vengono abbandonati dopo poco tempo.

Oltre a questo, la fascia di età tutela anche la sicurezza dei bambini.

Soprattutto fino ai tre anni di età, i bambini tendono a portare tutto alla bocca e al naso, e queste azioni servono per esplorare il mondo e prenderne conoscenza.

È bene quindi che i giochi per l’apprendimento per prima infanzia non abbiano dei pezzi che possono staccarsi ed essere ingeriti, in modo da scongiurare rischi di soffocamento.

I giochi per neonati sono realizzati solitamente per sviluppare i 5 sensi e non hanno parti smontabili.

Sono inoltre realizzati con materiali e coloranti atossici, in modo da non far correre alcun pericolo alla salute dei piccoli.

Giochi per bambini di 1 mese

A questa età i bambini iniziano a sviluppare i muscoli delle braccia e delle mani, per cui potete iniziare a regalare loro dei sonagli.

Questi possono essere afferrati e agitati da loro, producendo un suono che li divertirà e stimolerà anche l’apparato uditivo.

Inoltre, il movimento del polso e delle dita eserciterà la coordinazione.

Anche i libricini colorati e i pupazzetti di stoffa sono molto indicati in questa fase. Essendo questi spesso realizzati con materiali diversi, poi, eserciteranno anche il loro senso del tatto.

Grazie a queste tipologie di giochi prima infanzia per l’apprendimento, i bambini impareranno gradualmente a riconoscere i colori, i suoni e come l’intensità di questi ultimi possono cambiare grazie alla forza del movimento.

Giochi per 2 mesi

A 2 mesi, il bambino inizia a reagire al mondo che lo circonda, dimostrandolo anche con i primi sorrisi e con i suoi primi versetti.

Questo bisogno di reagire si manifesta anche nella sua voglia di mordere e toccare qualsiasi cosa.

A due mesi sono molto consigliati quindi i soliti sonagli oppure i pupazzetti che fanno rumore quando vengono agitati o premuti.

Grazie a questi, i bambini apprenderanno il legame che esiste tra causa ed effetto grazie alla relazione tra il movimento delle loro mani e al rumore che ne consegue.

Sentendosi capace di produrre questo rumore ed entusiasmandosi per esso, i piccoli sono stimolati a riprovare.

Giochi per 3 mesi

È il momento in cui i piccoli iniziano a muoversi e ad esplorare il proprio corpo.

In questa fase, scoprono le loro manine e le guardano continuamente, le mettono in bocca e pian piano cominciano a usarle per afferrare le cose, per muovere oggetti o per toccare il vostro viso.

Oltre alle mani, iniziano a muovere tutto il corpo e ad alzare la loro testa.

Tappetini e palestrine sono i giochi prima infanzia per l’apprendimento che permettono ai bambini di sperimentare i loro movimenti in totale sicurezza.

Giochi per 4 mesi

A 4 mesi i bambini sono sempre più interessanti per l’ambiente che li circonda e mostrano molto entusiasmo per esso.

In questa fase, i piccoli affinano le loro abilità motorie e sono in grado di afferrare e rotolare.

Sempre più consigliati, a questa età, i libretti di stoffa colorati, che svilupperanno la loro manualità.

Giochi per 5 mesi

È il periodo in cui iniziano a spuntare i primi dentini, e i bambini tendono maggiormente a mettere le cose in bocca, anche perché provano fastidio alle gengive.

È quindi il momento per offrire loro giochi adatti per la dentizione, che servono a dare sollievo alle gengive infiammate.

Per soddisfare il loro bisogno di movimento e di afferrare le cose, potete proporre delle palle di stoffa, che proveranno ad afferrare e a scuotere.

Giochi per 6 mesi

È la fase che generalmente coincide con la fine dell’allattamento e con l’inizio dello svezzamento.

A questa età il bambino ha raggiunto una certa maturità, seppur relativa alla sua breve entrata nel mondo.

Ha fatto dei passi importanti nella scoperta del mondo, sta imparando l’ambiente che lo circonda e comincia anche a comunicare tramite gridolini.

I giochi per l’apprendimento più utili a questa età sono le costruzioni morbide e i piccoli puzzle colorati composti da maxi tessere.

Conclusioni

Ogni gioco prima infanzia per l’apprendimento, aiuta il bambino a sviluppare delle abilità specifiche.

I suoni stimolano l’udito, i materiali il tatto, le luci e i colori la vista, il loro odore l’olfatto, e mettendoli spesso in bocca, soddisfano anche il loro bisogno di conoscerne il gusto.

Scegliete i giochi per la prima infanzia in modo che possano essere il più possibile adatti e sicuri per i bambini, affinché possano essere liberi di sperimentare in tranquillità attraverso i loro 5 sensi.

Mamma blogger, scrittrice, ghostwriter e web content writer. Mi divido tra la soddisfazione dei bisogni delle mie piccole pesti e la scrittura. E ancora non ho capito quale delle due attività mi dia più soddisfazione!

https://rominacardia.wordpress.com/

Back to top
menu
giocattoliprimainfanzia.it