Consigli per la scelta dei giocattoli prima infanzia da 6 a 12 mesi: prodotti per caratteristiche, materiali, funzioni, prezzi e marche

Nel primo anno di vita, il bambino ha bisogno di scoprire il proprio corpo e il mondo che gli gira intorno che, giustamente, gli risultano ancora completamente estranei. I movimenti dei suoi arti e della sua mente devono essere stimolati continuamente. Il modo migliore per poter fare tutto ciò è accompagnare la crescita del bambino attraverso il gioco che possa stimolarlo.

Per tutti questi motivi, e tanti altri, è importante che durante i primi dodici mesi di vita il bambino venga incoraggiato in maniera corretta.

Nonostante quello che si creda comunemente, i mesi che compongono il primo anno di vita dell’infante non sono affatto uguali tra di loro. Le capacità del neonato si sviluppano precocemente e, proprio per questo motivo, bisogna che i giocattoli siano adeguati alle varie esigenze d’età.

Ecco perché in questo articolo troverai spiegati quale siano i vari momenti di crescita del bambino e quali siano i giocattoli più adatti per accompagnarli adeguatamente nella loro continua crescita.

L’utilità dei giochi durante lo sviluppo

Appena nato, il neonato ha più che altro bisogno di soddisfare i propri istinti primari. In ciò è totalmente dipendente dai propri genitori che devono accudirlo in ogni momento. Con il passare dei giorni, ma anche dei mesi, il rapporto con ciò che lo circonda cambia in maniera drastica.

Il mondo si tramuta in un universo colmo di stimoli da dover interpretare e seguire. In tale contesto entrano in scena i giocattoli, atti a fomentare la voglia dell’infante di interagire con gli altri e, anche, con se stesso.

Il bisogno di migliorare le capacità tattiche e olfattive si fa sempre più presente e questo bisogno deve essere necessariamente espletato in qualche modo. Ecco perché il neonato cerca sin da subito di afferrare gli oggetti che fanno parte del suo mondo anche se, naturalmente, inizialmente non riesce a raggiungere lo scopo prefissato.

Ecco le attitudini che bisogna far sviluppare in modo più idoneo tramite gli stimoli provenienti dai giocattoli comperati appositamente:

Capacità da sviluppare nel bambino  
Cognitive
Fisiche
Emotive

Quali giocattoli prima infanzia bisogna usare?

Come ho già detto, crescendo il bambino cambia il suo rapporto con le proprie capacità motorie e cognitive. Proprio per questo motivo, devono necessariamente cambiare anche gli stimoli che possano aiutarlo a crescere correttamente.

Ecco perché esistono giocattoli prima infanzia diversi a seconda dei mesi di vita del neonato con cui devono interagire.

Nei primi sei mesi di vita, per esempio, potresti comperare un peluche di stoffa. Sono molti i giochini di questo tipo in giro per i negozi specializzati. In questo modo il bambino avrà modo di vedere qualcosa di diverso da sé cercando di conoscerlo nel modo tipico della sua età: toccandolo e provando a metterlo in bocca.

Sempre perché il tatto è uno dei primi sensi che l’infante cerca di sviluppare, potresti comperare per il bambino anche un sonaglio, in modo da aiutarlo nel compito di riconoscere i suoni esterni.

Per lo sviluppo fisico può essere anche utile una palestrina, atta proprio a migliorare le capacità motorie nei primi mesi di vita.

Dai sei mesi di vita fino ai dodici, invece, i giochi cambiano perché mutano le esigenze del tuo bambino. Questo periodo è, infatti, importantissimo. Proprio in questi mesi il bambino inizierà ad avvertire dolore per la crescita dei primi dentini e ciò lo porterà ad addentare qualsiasi oggetto gli capiti a tiro.

Per questo motivo, ti consiglio di acquistare giocattoli affidabili, che non rischino di perdere pezzi e di essere ingeriti accidentalmente. Ecco perché il materiale più adatto, in questo periodo, è da riscontrarsi nella plastica e nella gomma.

Anche i giocattoli che riproducono suoni sono estremamente stimolanti per un neonato. In ogni modo, qualsiasi gioco riesca a essere tenuto nelle mani di una bambino così piccolo è ben accetto. Ben vengano, dunque, strumenti musicali o pupazzi in grado di riproporre suoni di vario tipo.

Conclusioni

Naturalmente, quando comperi giocattoli per il tuo bambino, o per qualsiasi altro, la qualità deve essere la base da cui devi necessariamente partire.

Non acquistare mai giochi che non siano a norma per evitare di dare oggetti tossici all’infante.

Facendo un piccolo giro sul web, riuscirai a trovare facilmente le numerose sostanze tossiche da cui bisogna tenersi lontani. In ogni caso, fortunatamente, nei negozi specializzati troverai solo giocattoli adatti e adeguati all’uso infantile.

Sempre in vista della sicurezza del tuo bambino, evita di comperargli oggetti troppo piccoli o fatti di materiali facilmente rovinabili.

Anche se pensi che i costi potrebbero essere proibitivi, non devi preoccuparti. In commercio sono presenti molte aziende capaci di soddisfare i tuoi bisogni e quelli del tuo bambino. Troverai giocattoli diversissimi per fascia di prezzo, materiali, forme e colori.

Per questo, riuscirai a trovare gli articoli più adatti a stimolare la corretta crescita del tuo neonato dal punto di vista motorio, cognitivo e affettivo, grazie, soprattutto, al continuo aiuto e sostegno di papà e mamma.

Nata nel 1992, laureata col massimo dei voti, ho svolto uno stage come editor in un’agenzia letteraria. Scrittrice di romanzi storici e vincitrice di vari concorsi letterari, attualmente svolgo il lavoro di articolista presso varie testate giornalistiche, sia online che cartacee.

Back to top
menu
giocattoliprimainfanzia.it