Giocattoli prima infanzia didattici: migliori prodotti di Febbraio 2021, prezzi, recensioni

Non sono solo dei giochi con cui divertirsi, ma anche un ottimo modo per sviluppare abilità intellettive e di logica.

I giocattoli prima infanzia didattici sono realizzati per seguire i bambini nella loro crescita e per questo vanno scelti in base all’età.

Ma quali sono le tipologie di giochi didattici esistenti e come sceglierli?

Lo capirete continuando nella lettura di questa guida.

Perché scegliere i giocattoli prima infanzia didattici

I nostri nonni e in generale i nostri avi, non conoscevano le potenzialità di un giocattolo, e spesso i bambini si trovavano a giocare con ciò che reperivano attorno a loro o nella natura.

Seppur questo modo passato di giocare è spesso ricordato con nostalgia e ha indubbiamente dei lati estremamente positivi, d’altra parte l’industria dei giocattoli ha fatto passi da gigante.

I primi giocattoli in commercio riguardavano soprattutto trenini per i maschietti e bambole per le femminucce.

A un certo punto, la ricerca scientifica – spronata e indirizzata dalla pedagogia e dalla psicologa – ha iniziato a chiedersi se e quanto il gioco sia importante per i bambini.

Oggi, è noto che giocare è per i piccoli il loro modo per comprendere ed esplorare il mondo, e i giocattoli sono realizzati per aiutarli a farlo nel miglior modo possibile.

I giocattoli prima infanzia didattici sono pensati non solo per gratificare i 5 sensi dei bambini, ma anche per aiutarli a sviluppare capacità linguistiche, manuali, motorie e di logica.

Quando comprate un giocattolo per un bambino, quindi, non dovete pensare solo a quanto tempo possa giocarci e intrattenersi, ma soprattutto a come impiegherà quel tempo e a cosa gli servirà.

La prima infanzia

La fase della prima infanzia è un periodo molto importante perché è scientificamente provato che, i primi 3 anni dei bambini, sono quelli che maggiormente lasceranno il segno nel loro futuro.

Pur se raramente lo ricorderanno (a causa di quella che viene chiamata “amnesia infantile”) tutto ciò che vivono e che apprendono i bambini fino ai 3 anni, costituirà il loro bagaglio futuro.

Questo vale sia in termini di apprendimento che di emozioni ed esperienze vissute.

Una scelta mirata e corretta dei giocattoli per la prima infanzia, quindi, concorre sicuramente alla loro formazione.

Un giocattolo didattico, tra le altre cose può aiutarli a sviluppare quello che oggi viene chiamato “problem solving”, ovvero la capacità di risolvere i problemi, per esempio.

Oppure può sviluppare doti di pazienza e di organizzazione, oltre a concorrere ad aumentare il quoziente intellettivo e a fornire informazioni che serviranno ai bambini per tutta la vita.

Le prime percezioni delle forme, dei diversi materiali e delle loro differenti consistenze, per esempio, avvengono proprio in questa fase della vita.

Quali tipi di giocattoli didattici scegliere

Per quanto riguarda la prima infanzia, verrà divisa in due periodi di vita, proprio perché i bambini hanno bisogno di sviluppare diverse capacità in base alla differenza di questi.

Il primo periodo prende in considerazione i bambini 0-3 anni, il secondo i bambini 3-6 anni.

Giocattoli didattici per bambini 0-3 anni

Durante il primo anno di vita, i giocattoli prima infanzia didattici aiutano per lo più a sviluppare i 5 sensi.

Sono molto semplici ma anche coloratissimi (vista), musicali (udito), realizzati spesso con diversi materiali come stoffe, legno, gomma (tatto).

I bambini piccoli, per conoscerli li portano anche spesso alla bocca (gusto) e li annusano per sentirne l’odore (olfatto).

I loro giochi preferiti sono soprattutto i piccoli peluche a forma solitamente di animali, che trovate in commercio anche in versione per passeggino o culla.

Questi ultimi hanno una forma a spirale e possono essere fermati su un punto della culletta o del passeggino, in modo da intrattenere i piccoli.

Oltre ad essere molto morbidi e a non avere alcuna parte che si possa staccare (cosa molto importante per i bimbi molto piccoli), possono avere sonagli, massaggia gengive, pulsanti e inserti di vari materiali (stoffa, legno, gomma…).

Queste esperienze sensoriali aiutano il bambino a conoscere il mondo e a prendere confidenza con i colori, i suoni, i materiali, gli odori e i gusti.

Chicco, Clementoni e Fisher Price sono i marchi che offrono molti tipi di questi giocattoli.

Giochi didattici 3-6 anni

Durante questa fase di crescita, i bambini sviluppano i loro gusti personali e, oltre alla scelta della tipologia, è importante anche quella del design, che spesso riporta i personaggi dei loro cartoni animati preferiti.

Per questa fascia di età esistono giochi didattici che aiutano i piccoli a familiarizzare con gli animali, con le figure geometriche, le lettere e i numeri.

L’obiettivo principale, è quello di capire quali abilità e capacità può sviluppare nel vostro bambino un gioco didattico.

Se volete che sviluppi capacità matematiche, potreste pensare a un abaco adatto alla sua età, per esempio.

Se, invece, volete che sviluppi delle abilità psicomotorie o di coordinazione occhio-mano le costruzioni o i giochi impilabili possono essere utili allo scopo.

Ottimi a questa età anche i puzzle, meglio ancora quelli con poche tessere e maxi, in modo che i bambini siano facilitati a concluderli.

Scegliete giochi adatti alle abilità dei bambini

Un consiglio è quello di non dare ai bambini giochi complicati che supponete non possano riuscire a fare.

Un bambino che si sente capace di concludere un gioco, ad esempio a finire un puzzle, sviluppa anche una maggiore autostima.

Se, invece, pur provandoci molte volte non ce la sa, si sente frustrato.

Anche se un gioco è consigliato alla sua età ma vedete che, ancora, non ha acquisito le capacità per farlo, non insistete a farglielo continuare.

Mettetelo da parte e, se proprio volete aiutarlo, scegliete qualcosa di più semplice che lo aiuti a superare quel limite, per poi riproporgli il precedente in un altro momento.

Molto utili anche i giochi di imitazione, in cui i bambini possono divertirsi a immedesimarsi in altre persone come la mamma o il papà ma anche poliziotti, principesse, medici, falegnami…

In commercio trovate tanti costumi da travestimento per bambini che generalmente sono ben graditi da tutti i bambini, che in questo modo avranno modo anche di esternare bisogni, desideri e paure, facendo parlare gli stessi personaggi che interpretano.

Per questa fascia di età potete scegliere, per esempio, molti giochi della Djeco o di Melissa&doug, che tra l’altro sono realizzati in legno e utilizzano coloranti non tossici, quindi sono molto resistenti e assolutamente sicuri.

Mamma blogger, scrittrice, ghostwriter e web content writer. Mi divido tra la soddisfazione dei bisogni delle mie piccole pesti e la scrittura. E ancora non ho capito quale delle due attività mi dia più soddisfazione!

Back to top
menu
giocattoliprimainfanzia.it