Giocattoli prima infanzia sicuri: migliori prodotti di Giugno 2021, prezzi, recensioni

I bambini molto piccoli non hanno ancora la percezione del pericolo, e il loro bisogno di conoscere il mondo li porta spesso a distruggere i giocattoli per vedere come sono fatti all’interno.

Ma non finisce qui: dopo averli distrutti, spesso li portano alla bocca, perché è uno dei mezzi che utilizzano per “fare conoscenza” con essi.

Proprio per questo, è importante scegliere per loro dei giocattoli prima infanzia sicuri, ovvero che siano in grado di evitare qualsiasi situazione spiacevole che possa nuocere loro.

Ma come riconoscerli e quali tipi di giocattoli per prima infanzia scegliere?

Vediamolo in questa guida.

Perché scegliere giochi prima infanzia sicuri

Il gioco è un’attività importantissima per i bambini, fin dai primissimi mesi.

Attraverso esso, i piccoli fanno esperienza con il mondo e imparano a conoscerlo, sviluppando nello stesso momento capacità intellettive e psicomotorie.

Anche quando i bambini sono molto piccoli, i giocattoli per la prima infanzia come peluche, libricini colorati e sonaglini, non servono solo a intrattenerli.

Grazie ai loro materiali, ai colori utilizzati e alla presenza di suoni, luci e odori particolari, i piccoli hanno modo di sviluppare tutti e 5 i sensi.

Tuttavia, proprio la voglia e il bisogno di scoprire il mondo, porta spesso i bambini a mettere i loro giochi in bocca e, appena sono capaci di farlo, anche di aprirli per vedere come sono fatti.

Se i giochi non sono sicuri, ovvero hanno delle parti che possono staccarsi o utilizzano materiali e coloranti non appropriati, i piccoli corrono dei rischi.

Potrebbero per esempio ingerire uno pezzetto di gioco oppure, mettendoli in bocca, potrebbero ingerire o anche solo respirare materiali e sostanze non appropriati e potenzialmente pericolosi.

Come riconoscere i giocattoli sicuri

In commercio trovate una vasta scelta di giocattoli per la prima infanzia, ma dovete imparare a conoscere quelli più sicuri per i vostri bambini.

In particolare, è necessario che voi conosciate quali siano le sigle di sicurezza che ne certificano la qualità e che quindi hanno passato i test stabiliti dall’Unione Europea.

Capita spesso di ascoltare, nei vari notiziari, di giocattoli di bambini che sono stati sequestrati perché non rispettavano gli standard di sicurezza e qualità stabiliti dalle norme CE.

La normativa CE sulla sicurezza stabilisce quali sono i materiali e tecniche di produzioni sicuri.

In base a queste norme, qualsiasi giocattolo per bambino, che sia realizzato in legno, plastica, gomma o altro materiale, deve innanzitutto non essere trattato con coloranti tossici, e poi non deve poter essere scomposto in parti molto piccole.

Parti troppo minute possono essere infatti portate alla bocca e ingerite, sottoponendo il bambino al rischio di soffocamento.

Anche per quanto riguarda materiali come la plastica o la gomma, inoltre, devono essere trattati in modo da non contenere sostanze tossiche che possono causare danni alla salute dei piccoli.

Il marchio CE

La sigla CE è il primo marchio che identifica la sicurezza dei giocattoli per la prima infanzia.

Questa sigla deve essere obbligatoriamente apposta sulle confezioni dei giocattoli e sulle etichette dei peluche, in modo da attestare che hanno passato tutti i test di sicurezza prima di arrivare ai vostri piccoli.

Attenzione alla scritta, perché talvolta può nascondere il fatto che è stata contraffatta.

Per essere sicuri che il marchio apposto sia quello originale, dovete prestare attenzione al fatto che la sigla CE non sia minore a 5 mm.

In caso contrario, vi trovate sicuramente di fronte a un tentativo di contraffazione, per cui evitate di acquistare prodotti quando non siete sicuri del marchio applicato.

Il Marchio di Qualità

Per quanto riguarda i giochi tecnologici o scientifici, usati sempre di più anche per bambini molto piccoli, dai 2 anni in su, la sicurezza è contraddistinta dalla sigla IMQ, un marchio rilasciato dall’Istituto del Marchio di Qualità.

Anche questa sigla attesta che i giochi tecnologici, didattici e scientifici hanno superato tutti i test di sicurezza, fermando i tanti speculatori che, pur di vendere, mettono in commercio giocattoli che possono essere rischiosi.

La scelta per fasce di età

Qualsiasi giocattolo per bambini, iniziando da quelli per neonati, riportano sulla confezione o sull’etichetta l’indicazione della fascia di età alla quale sono destinati.

In realtà, la fascia di età è importantissima soprattutto per i primi 3 anni di vita, in quanto assicura che quel tipo di giocattolo non fa correre rischi (soprattutto di soffocamento) ai bambini.

Dopo i 3 anni, i bambini solitamente smettono di portare le cose alla bocca e iniziano a comprendere le dimensioni e il senso del pericolo.

Non tutti però lo fanno nello stesso momento. Ci sono bambini che non mettono nulla in bocca, nemmeno quando sono piccolissimi.

Ce ne sono altri, che continuano a farlo anche molto dopo i 3 anni.

Questo vuol dire che, pur continuando a stare molto attenti alle fasce di età suggerite, se pensate che i vostri bambini non siano ancora maturi per utilizzare un giocattolo che indica una fascia di età più avanzata, posticipate il momento in cui potete proporglielo.

Non lasciate da soli i bambini mentre giocano

Soprattutto quando sono molto piccoli, quando date un giocattolo per giocare ai bambini, non li lasciate mai da soli.

Proprio perché, spesso, i bambini non sanno utilizzarli, potrebbero farlo in maniera non appropriata, nonostante siano considerati sicuri per la loro età.

Tra l’altro, intrattenersi a giocare con i propri bambini è utile per rafforzare il legame genitori-figli e per infondere sicurezza e fiducia ai figli.

Quali scegliere

Indubbiamente, i giocattoli per prima infanzia più sicuri sono quelli che utilizzano materiali naturali come il legno e attestano di avere usato solo coloranti atossici.

Prima di acquistare un giocattolo, controllate che sempre che siano presenti i marchi CE o IMQ.

Se qualcosa non vi convince o credete possa rappresentare un pericolo per il vostro bambino in particolare, anche se è presente il marchio evitate di farglielo usare o comunque fatelo sotto la vostra supervisione.

Quando il bambino è molto piccolo scegliete giocattoli formati da un singolo pezzo, difficilmente scomponibile.

La prudenza non è mai troppa, quando si tratta di bambini piccoli, anche se l’attenzione verso i giochi a loro dedicati è davvero tanta, e seguendo le fasce di età potete essere tranquilli di offrire il gioco più appropriato per i vostri piccoli.

Mamma blogger, scrittrice, ghostwriter e web content writer. Mi divido tra la soddisfazione dei bisogni delle mie piccole pesti e la scrittura. E ancora non ho capito quale delle due attività mi dia più soddisfazione!

https://rominacardia.wordpress.com/

Back to top
menu
giocattoliprimainfanzia.it